17 novembre 2014

Forbes, i più potenti del 2014

Sul podio Putin, Obama e Xi Jinping

Forbes, i più potenti del 2014: Putin

“Allora, chi è più potente: il capo onnipotente di un ex superpotenza o il capo ammanettato del paese più dominante nel mondo?”

Interrogandosi su questo quesito, la redazione di Forbes ha deciso di non incoronare il Presidente degli Stati Uniti d’America con lo scettro di uomo più potente del mondo.

Per il secondo anno consecutivo, infatti, al vertice della prestigiosa classifica, ecco Vladimir Putin.

“Nessuno definirebbe Putin un bravo ragazzo”, scrive la rivista a stelle e strisce, ma in quanto “incontrastato, imprevedibile e incontrollabile” capo di una potenza nucleare e di un gigante energetico, “nessuno può definirlo un debole”.

La top 5 della The most powerful people in the world, stilata in base ai voti espressi dai principali giornalisti della testata, è rimasta invariata rispetto a quella dello scorso anno.

Alle spalle del presidente russo e di Barack Obama, l’attuale leader cinese Xi Jinping, seguito da Papa Francesco, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente della Federal Reserve, Janet Yellen.

Settimo posto per Bill Gates, patron di Microsoft e uomo più ricco del mondo, inserito nella top ten non nelle vesti di imprenditore di successo, ma di filantropo, in quanto fondatore della Bill & Melinda Gates Foundation, l’organizzazione benefica alla quale ha deciso di donare gran parte del suo immenso patrimonio.

Ottavo, e unico italiano presente tra le 72 personalità più potenti del Pianeta, è il presidente della Bce, Mario Draghi, che conquista una posizione rispetto allo scorso anno.

Il mondo del business è invece rappresentato dai cofondatori di Google, Larry Page and Sergey Brin, al nono posto, seguiti dal premier britannico David Cameron, decimo.

Tra le 12 new entry ci sono il primo ministro indiano Narendra Modi, il fondatore di Alibaba, nonché l’uomo più ricco della Cina, Jack Ma, Abu Bakr al-Baghdadi, colui che si è auto-proclamato califfo dello Stato Islamico e Alexey Miller, amministratore delegato del gigante del gas russo Gazprom.

Nella lista di quest’anno sono presenti 17 capi di stato che gestiscono le nazioni con un PIL di 48mila miliardi dollari.

Sono invece 39 gli amministratori delegati o presidenti di grandi società che insieme vantano un fatturato annuale da oltre 3.600 miliardi di dollari; tra loro ci sono 14 soci fondatori, tra cui i miliardari nuovo arrivato alla lista, Jack Ma di Alibaba e Ma Huateng di Tencent.

Solo 10 dei 72 non hanno compiuto ancora 50 anni: il più giovane è Mark Zuckerberg che troviamo al 22esimo posto.

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.