18 marzo 2015

Forbes, gli ex atleti più ricchi del 2015

Michael Jordan batte David Beckham

David Beckham

Negli ultimi anni, gli stipendi degli sportivi sono aumentati a dismisura, ma anche gli ex atleti non se la cavano male.

Forbes ha stilato la classifica degli atleti ormai in pensione che però continuano a guadagnare cifre da capogiro.

Al primo posto, un’icona globale che negli anni ’80 e ’90 ha ridefinito il concetto di testimonial, con l’aiuto di Nike.

Michael Jordan ha raccimolato la bellezza di 100 milioni dollari nel 2014, più di ogni altro atleta in attività o non del pianeta.

L’ex cestista, infatti, è riuscito ad entrare nella classifica dei miliardari del mondo grazie principalmente alle royalties delle sue sneakers Nike, ma anche agli accordi di sponsorizzazione con Gatorade, Hanes, Upper Deck, 2K Sports e Five Star Fragrances, senza dimenticare gli introiti della squadra di basket Charlotte Hornets, di cui possiede il 90%.

Michael Jordan

Medaglia d’argento per David Beckham con guadagni pari a 75 milioni.
Dopo 20 anni sui campi da calcio, l’ex campione del Real Madrid ha avuto il suo anno più redditizio dal punto di vista finanziario lontano dai campi di calcio.

Il 39enne deve ringraziare l’accordo milionario con Brands Group Global Hong Kong, ma anche i suoi contratti con Adidas, Sky Sport, Breitling e Samsung, la partnership con la società di cosmetici Coty, che da 10 anni produce il suo profumo e l’accordo con H&M per la realizzazione di diverse collezioni a suo nome.

Medaglia di bronzo per il golfista Arnold Palmer: l’ultima delle sue 62 vittorie al PGA Tour risale al 1973, ma Palmer ha avuto il suo anno più proficuo con guadagni pari a 42 milioni di dollari proprio nel 2014.

Considerato una vera e propria “forza finanziaria, in particolare in Asia”, conta 500 negozi a suo nome e altri 200 in apertura nei prossimi 18 mesi, grazie ad un nuovo accordo con Sanshu Sport (Fujian).

Senza dimenticare il suo accordo con Rolex esteso nel 2014 per altri 10 anni; il brand di orologi di lusso e l’ex golfista festeggeranno così 50 anni insieme, siglando una delle relazioni più lunghe mai esistita tra un atleta e un partner aziendale.

Arnold Palmer e Tiger Woods

Da segnalare la sesta posizione di Shaquille O’Neal con 21 milioni, l’ottava di Magic Johnson con 20 milioni e la nona di Pelè con 16 milioni, che deve ringraziare i suoi generosi sponsor come Procter & Gamble, Santander, Vivo, Volkswagen, Hublot, Carrefour, Subway e Emirates.

Con un bottino di 13 milioni, chiude la classifica in 12esima posizione, Li Na che dopo il trionfo agli Australian Open, a settembre ha deciso di ritirarsi per i continui problemi al ginocchio.

La campionessa che con la sua vittoria nel Roland Garros nel 2011 è diventata la prima asiatica ad aver vinto un torneo del Grande Slam: per lei una pioggia di sponsor come Babolat, Haagan-Daaz, Nike, Samsung, Mercedes e diversi brand cinesi.

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.