7 settembre 2015

Festival di Venezia 2015, The Danish Girl convince

In corsa per gli Oscar 2016

Festival di Venezia 2015, applausi per The Danish Girl

I critici cinematografici ne sono sicuri: nei prossimi mesi sentiremo parlare molto (e di nuovo) del regista de Il discorso del Re.

E’ stato salutato da applausi convinti alla fine delle proiezioni e da tifo da stadio alla conferenza stampa, The Danish Girl di Tom Hooper, in concorso al Festival del cinema di Venezia e nelle sale italiane dal prossimo 4 febbraio.

La pellicola, che sarà distribuita dalla Universal, ha tutte le carte in regola per sbancare la stagione dei premi, a partire dal Leone d’oro sabato prossimo, fino ai prestigiosissimi Oscar 2016.

L’ultima fatica di Hooper, era uno dei film più attesi a Venezia 72; basato sulla storia vera di Lili Elbe, la prima transessuale a sottoporsi negli anni Trenta, a un’operazione di riassegnazione sessuale, è più che mai d’attualità.

In Laguna, applausi a scena aperta per il protagonista Eddie Redmayne, che dopo la statuetta dorata per La teoria del tutto si prepara a un’altra carrellata di riconoscimenti.

Il regista ha ammesso di aver pensato fin dall’inizio a Redmayne per il difficile ruolo della “ragazza danese”.

“Credo in lui come attore e mi sembra esprima meglio dialtri una certa fluidità di genere, c’è qualcosa in lui che vira verso il femminile”, ha confessato.

Eddie Redmayne e la moglie sul tappeto rosso di Venezia

“Questo film è un’appassionata e profonda storia d’amore e io non ho trasmesso un briciolo della forza di Lili. Per prepararmi ho incontrato persone della comunità transgender, alcune delle quali appartengono a generazioni che hanno combattuto per i loro diritti. E una mi ha detto: darei tutto perché la mia compagna potesse avere una vita autentica. La lezione che ho appreso è che, tra sessualità e genere, c’è differenza”, ha dichiarato invece Redmayne, sul tappeto rosso di Venezia 72 con la moglie.

“Rispetto a un personaggio come lo scienziato Stephen Hawking di La teoria del tutto, si trattava di rendere qualcosa di completamente diverso. Mi ha molto aiutato l’incontro con alcuni transgender, la loro disponibilità, la loro apertura. È un film che volevo fare da molti anni, una storia esemplare, raccontata in una sceneggiatura perfetta”.

The Danish Girl cast

Degna di nota anche l’interpretazione di Alicia Vikander che veste i panni della moglie Gerda Gottlieb, pittrice di grande talento che aiuta Lili nel difficile e doloroso percorso alla ricerca di sè.

La Vikander una delle attrici più dotate della sua generazione (in questi giorni nelle sale con Ex Machina e Man from Uncle), è stata accolta, infatti, da una meritatissima standing ovation.

Amber Heard, che ha catalizzato l’attenzione sul tappeto rosso insieme al marito Johnny Depp, interpreta invece Oola Paulson, ballerina e amica di famiglia che “non giudica, ma aiuta il protagonista a essere se stesso, contro le convenzioni sociali”.

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.