15 febbraio 2016

Festival di Sanremo 2016, i look più belli

Promossi Carlo Conti, Noemi e Virginia Raffaele

Festival di Sanremo 2016, i look più belli

Sabato sera si è chiuso il sipario sull’edizione dei record del Festival di Sanremo.

La finalissima, seguita dalla bellezza di 11.223.000 telespettatori (share del 52,52%) e conclusasi con la proclamazione degli Stadio è stata solo la ciliegina sulla torta del secondo Festival targato Carlo Conti.

Oltre alla gara canora e all’auditel, però, come ben sappiamo,conduttori, vallette, ospiti e cantanti ogni anno si danno del filo da torcere anche nella sfida fashion a colpi di abiti da gran soirèe e completi impeccabili.

Partiamo dal mattatore della kermesse, che come ha tenuto a sottolineare nei saluti finali, ha indossato anche quest’anno abiti griffati Ferragamo.
Il presentatore toscano resta così fedele alle sue origini sfoggiando un guardaroba studiato appositamente per lui da direttore creativo del marchio, Massimiliano Giorgetti: ecco abiti di impronta sartoriale, che giocano sulle tonalità del blu notte e del nero, con una linea dal taglio smoking, giacche in lana jacquard o in mohair e con varianti in velluto liscio e microfantasia.

Supersexy, la “valletta” Madalina Ghenea, che come aveva annunciato alla prima conferenza stampa si è cimentata in 15 cambi d’abito.
Per la prima sera, Alberta Ferretti, poi Zuhair Murad e Vionnet e nelle ultime due serate ancora i meravigliosi abiti del couturier libanese e le creazioni del brand tanto amato da Kate Middleton, Temperley London e un abito di piume della stilista rumena Cristina Savulescu.

La showgirl-attrice, che abbiamo ammirato in Youth di Sorrentino, è stata accusata di non aver reso omaggio al made in Italy (come ha fatto invece la collega Virginia Raffaele, che per la serata finale in cui interpretava se stessa, ha optato per tre creazioni di Marco De Vincenzo), a parte la scelta della Ferretti per il grande debutto sul palco dell’Ariston e dei gioielli Damiani e le magnifiche scarpe-gioiello di Renè Caovilla.

E meno male che le ospiti d’onore hanno reso omaggio agli stilisti italiani: prima su tutte, Nicole Kidman un abito lungo in velluto nero con profonda scollatura sulla schiena di Armani, e poi anche le belle Kasia Smutniak in Prada, Anna Foglietta in Costume National e Laura Pausini in Stefano de Lellis.

Look old style per Garko, che ha scelto Battistoni. “Mi ispirerò a cinque grandi attori, Paul Newman, Marcello Mastroianni, Cary Grant, Sean Connery e Marlon Brando. Non sarò la ‘copia di’, ne proporrò un ricordo in chiave moderna. L’idea mi è piaciuta molto e l’ho sposata. Ho voluto fortemente Mastroianni in questa lista di nomi stranieri”, aveva anticipato l’attore piemontese.

Tra i cantanti, promossa Patty Pravo, che ha optato per un giovane talento emergente del panorama italiano, Gianluca Saitto, e la seconda classificata Francesca Michielin che nei suoi teneri vent’anni ha voluto indossare Au jour le jour.

Non dispiace nemmeno il look di Valerio Scanu in Carlo Pignatelli, Lorenzo Fragola in Burberry, e quello Noemi che ha chiesto a Bianca Gervasio di confezionarle 4 look ispirati agli anni Settanta e alle note blues dei movimenti indie, e con 3 icone di riferimento di prima grandezza, da Bianca Jagger a Janis Joplin e Francoise Hardy.

Più di 100 foto nella gallery!

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.