Luxgallery > Tempo Libero > Spettacoli > Cinema > Festival di Cannes 2015, i vincitori

Festival di Cannes 2015, i vincitori

Palma d’oro a Dheepan, miglior attrici Rooney Mara e Emmanuel Bercot, Vincent Lindon miglior attore

cannes-2015-Jacques-Audiard-Deephan_Palma-d-oro_01
Vai allo speciale

E’ il film “Dheepan” del regista Jacques Audiard ad essersi aggiudicato la Palma d’Oro al Festival di Cannes 2015.

La 68esima edizione della kermesse si è conclusa ieri, domenica 24 maggio, con il trionfo del cinema francese e una grande delusione per quello italiano.

Nessuno dei tre film made in Italy in concorso ha saputo convincere la giuria e così Matteo Garrone (Il racconto dei racconti), Nanni Moretti (Mia Madre) e Paolo Sorrentino (Youth – La giovinezza) tornano in patria senza premi ma con grande plauso di critica e pubblico. Il Festival di Cannes insomma si conferma non essere fan del cinema italiano, da ricordare che nemmeno La Grande Bellezza aveva raccolto premi sulla Croisette per poi sbaragliare negli altri premi internazionale.

Tornando ai riconoscimenti, la giuria di quest’anno, presieduta dai fratelli Coen, assegna alla Francia tre tra le Palme più importanti.
Se la Palma d’Oro al miglior film è andata appunto a Dheepan di Jacques Audiard, ecco che Emmanuelle Bercot, per Mon roi, e Vincent Lindon, per La Loi du marché, conquistano rispettivamente quella di Miglior Attrice, divisa ex aequo con Rooney Mara star di Carol, e Miglior Attore.

Una serata scoppiettante e ricca di colpi di scena.
Come annunciato la cerimonia di chiusura del Festival di Cannes 2015 è stata un vero e proprio show. Ad aprire le danze, l’attore americano John C. Reilly che ha annunciato il primo premio, la Camera d’Or (opera prima), assegnato a La tierra y la sombra di César Augusto Acevedo.

Valeria Bruni Tedeschi premia il messicano Michel Franco vincitore con la sceneggiatura del film Chronic, mentre la miglior regia va al taiwanese Hou Hsiao-Hsien per The Assassin, invece consegnato da Valeria Golino, uniche due italiane sulla montée des Marches.

Il super favorito Figlio di Saul, dell’ungherese Laszlo Nemes, non va a casa a mani vuote, anzi, aggiudicandosi il Grand Prix speciale della giuria, medaglia d’argento del Festival, mentre The Lobster, film greco targato Yorgos Lanthimos vince il premio della Giuria.

Tra i momenti più emozionati c’è la consegna della Palma d’oro alla carriera andata a Agnès Varda.
“Una piccola donna, un soldato, una combattente” ha detto Jane Birkin consegnandole il premio che la regista francese dedica “a tutti quei registi che realizzano film originali” oltre che al marito e regista Jacques Demy, scomparso nel 1990: “No, non potrei mai vivere senza te: virtualmente la mia vita continuo a condividerla con te”.

I membri della giuria del Festival di Cannes 2015

Ecco il Palmares di questa 68° edizione del Festival di Cannes 2015:
Palma d’oro al miglior film
Dheepan di Jacques Audiard
Grand Prix speciale della giuria
Saul Fia di László Nemes
Prix d’interprétation féminine (migliore attrice)
ex aequo Rooney Mara per Carol Emmanuelle Bercot per Mon roi
Prix d’interprétation masculine (miglior attore)
Vincent Lindon per La Loi du marché
Prix de la mise en scène (miglior regista)
Hou Hsiao-hsien per The Assassin
Prix du scénario (miglior sceneggiatura)
Michel Franco per Chronic
Camera d’Or (miglior opera prima di tutte le sezioni)
La tierra y la sombra di César Augusto Acevedo
Premio della giuria
The Lobster di Yorgos Lanthimos
Palma d’oro al miglior cortometraggio
Waves ’98 di Ely Dagher

Jacques Audiard - Palma d’oro al miglior film Dheepan, Cannes 2015

Vai allo speciale