9 luglio 2015

Expo Milano 2015, oggi la mietitura di Wheatfield

Festa del raccolto a Porta Nuova

Wheatfield a Milano

Il dress code per partecipare all’evento che si terrà dalle 15 alle 19.30 a Porta Nuova a Milano prevede stivali da campagna e cappello per il sole.

Oggi il campo che è stato seminato a marzo all’ombra dell’Unicredit Tower e del Bosco Verticale ospita, infatti, la festa del raccolto del grano.

Wheatfield, l’opera d’arte ambientale dell’americana Agnes Denes promossa da Fondazione Riccardo Catella in collaborazione con Fondazione Nicola Trussardi e Confagricoltura, è pronta per la mietitura.

I 5 ettari di terreno biondeggiano ormai da settimane e nel pomeriggio si popoleranno di cittadini e turisti di tutto il mondo chiamati a partecipare alla raccolta delle spighe durante la quale si potranno conoscere da vicino i segreti del mestiere: dalle tecniche antiche che prevedevano il taglio delle spighe con falcetti e la battitura, alle più moderne attività svolte dalla mietitrebbia e dalla rotoimballatrice.

La semina di Wheatfield

Ciascuno potrà portare a casa un mazzo delle spighe e un sacchettino con i semi cresciuti tra i grattacieli. “Piantate semi per il futuro”: con questo invito Agnes Denes ci rende simbolicamente portatori del messaggio di Wheatfield nella nostra vita quotidiana e responsabili del nostro futuro e di quello delle generazioni a venire, a cui siamo chiamati a trasmettere valori fondamentali come la condivisione, la cura e la solidarietà.

Nell’area che ospita l’installazione green sorgerà il futuro parco pubblico la “Biblioteca degli Alberi”, un lascito concreto di Expo 2015.

Wheatfield dall'alto

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.