14 maggio 2015

Expo Milano 2015, i biglietti venduti

Staccati 11,3 milioni di pass

Expo Milano 2015, l’Albero della Vita

Tempo di primi bilanci per Expo 2015.

Durante la conferenza stampa di ieri Giuseppe Sala, Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015, Maurizio Martina, Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Roberto Maroni, Presidente della Regione Lombardia, Giuliano Pisapia, Sindaco di Milano e Sergio Silvotti, Presidente della Fondazione Triulza, hanno fatto il punto sui risultati raggiunti nei primi 10 giorni di manifestazione.

Le vendite dei biglietti, iniziate 8 mesi fa, stanno andando a gonfie vele: 11,3 milioni di pass d’ingresso sono già stati staccati tra sito web, tour operator, grandi distributori, Partner e vendita diretta.

In particolare, nella prima settimana dopo l’apertura ufficiale, avvenuta il 2 maggio, il Padiglione del Kuwait ha registrato un’affluenza di pubblico superiore alle attese: sono state 52.833 le persone ad aver visitato l’esposizione kuwaitiana.

Padiglione del Kuwait

Si è registrato anche un boom di ingressi serali in fiera, validi dalle 19.00 alle 23.00, tanto che Sala ha dichiarato di aver accolto la richiesta di prolungare l’orario di apertura proveniente da visitatori e Paesi partecipanti: “siamo tutti a favore di questa soluzione, ora capiamo cosa possiamo fare. Expo Milano 2015 di sera è un grande successo, rappresenta per il pubblico un momento di relax, divertente e sicuro. Continua l’invito a venire usando i mezzi pubblici, ma è previsto un parcheggio per moto a Cascina Merlata”.

Tornelli di Expo 2015

Numeri positivi anche dalla rete: l’Osservatorio Expo 2015 Milano curato da Blogmeter ha rilevato quasi 600.000 messaggi sui social network tra il 30 aprile e il 3 maggio 2015. Il tema che più ha coinvolto gli utenti è stata la cerimonia di inaugurazione dell’evento; in particolare, è stato il discorso del premier Matteo Renzi ad aver catturato l’attenzione di tutti: grande entusiasmo per la sua rivisitazione dell’inno di Mameli L’Italia s’è desta, siam pronti alla vita.  Anche l’account Twitter di Expo 2015 è stato estremamente attivo dal 30 aprile al 3 maggio: è di 114.800 la media di tweet pubblicati quotidianamente dal profilo, che sono stati mostrati a ben 103.500 di utenti unici. I nuovi follower acquisiti nel periodo considerato sono stati 17.900, mentre uno dei tweet più engaging è quello relativo allo spettacolo delle Frecce Tricolori in occasione della cerimonia di inaugurazione del sito espositivo, che ha generato 2.000 interazioni complessive. I numeri della pagina Facebook di Expo Milano 2015 sono cresciuti in maniera vertiginosa nei primi giorni della manifestazione: 689.200 interazioni e 157.700 nuovi fan (67.500 solo il 1 maggio). Il post che ha ottenuto più successo è stato il video di presentazione dell’Expo 2015 che ha generato 192.200 interazioni. Ottime performance anche per il profilo Instagram, sempre più apprezzato dagli utenti: 26.200 nuovi follower e ben 211.300 interazioni nel periodo 30 aprile – 3 maggio. Tra i post che hanno generato il numero più alto di interazioni (11.700), segnaliamo il momento dell’accensione dell’Albero della Vita avvenuto a conclusione del concerto di inaugurazione del 30 aprile.

Blogmeter per Expo 2015

Grande successo, infine, per la Carta di Milano – documento chiave che sarà lasciato in eredità dall’Esposizione Universale a cittadini, istituzioni, imprese, associazioni e ai Paesi che vorranno sottoscriverla – firmata fin’ora da 100.000 persone.

Tra gli ospiti più attesi nelle prossime settimane a Rho, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in visita il 5 giugno in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, e il Premier Matteo Renzi che tornerà nel sito espositivo per la Festa della Repubblica.

Matteo Renzi a Expo 2015

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.