Luxgallery > Speciali > Expo Milano 2015 > Expo 2015, Padiglione Italia aperto fino all’Epifania 2016

Expo 2015, Padiglione Italia aperto fino all’Epifania 2016

La proposta è al vaglio

padiglione_italia-interno
Vai allo speciale

L’unico edificio di Expo Milano 2015 destinato a rimanere in piedi, dopo la chiusura del sito espositivo in programma per il 31 ottobre 2015, potrebbe rimanere aperto al pubblico, così com’è, almeno fino all’Epifania 2016.

E’ questa la proposta avanzata per prolungare le visite al Padiglione Italia.

Il luogo simbolo delle eccellenze italiane e di tutta questa edizione dell’Esposizione Universale, che attira giornalmente migliaia di visitatoti disposti a fare 3/4 ore di coda per entrare, potrebbe dunque prolungare la propria apertura per qualche mese accontentando i tanti visitatori che non sono riusciti ancora a visitarlo.

A fronte di questa richiesta, supportata da Diana Bracco, Commissario Generale per il Padiglione Italia, il commissario unico Giuseppe Sala non chiude le porte specificando però che anche se così fosse non potrebbe chiamarsi più Expo.

Dal 1° novembre il marchio andrà necessariamente tolto, come richiesto dal BIE, ma “Se per due mesi qualcuno che non può essere Expo si vuole fare avanti per gestire quella parte di sito non sono contrario per principio – ha commentato Sala, continuando – è chiaro, però, che lo dovrei sapere immediatamente per capire come organizzare l’area tenendo conto che per me la sicurezza della gente è la priorità numero uno”.

Diana Bracco si è resa disponibile a collaborare con governo, enti locali e Expo spa, “per un adeguato piano operativo, gestionale e finanziario. Perché ritengo doveroso che si dia una risposta a una domanda crescente e personalmente ritengo che debba essere positiva”.

Il Padiglione Italia è destinato comunque a rimanere anche nel periodo post-Expo come polo dell’innovazione tecnologica al servizio della città.
Progettato dallo Studio Nemesi & Partners S.r.l., che insieme a Proger S.p.A. e BMS Progetti S.r.l. ha tradotto in realtà l’ispirazione del Direttore Creativo Marco Balich. Con il progetto di Palazzo Italia e dell’Albero della vita, Balich voleva infatti raccontare l’Italia come Vivaio di Energie Nuove, nido del futuro, ricco di passato, ma non malinconico museo delle proprie grandezze.

Padiglione Italia - Expo 2015

Vai allo speciale