8 luglio 2013

Ermanno Scervino, nuovo partner in Giappone

Accordo con il Gruppo Itochu Corporation

Ermanno Scervino, nuovo partner in Giappone

Chiuso il sipario sulla sfilata di Milano Modo Uomo, che ha visto trionfare il denim per la collezione della primavera estate 2014, Ermanno Scervino volge lo sguardo al Sol Levante.

La Maison italiana ha siglato un accordo in esclusiva con il Gruppo Itochu Corporation per la distribuzione in Giappone delle linee donna, uomo e accessori tramite la societá Coronet Corporation.

La nuova collaborazione avrà inizio a partire dalle collezioni della prossima stagione calda e prevede un piano di sviluppo retail che porterá all’apertura di un nuovo flagship store Ermanno Scervino a Ginza e shop in shop nei Department stores del Paese.

“Il mercato Giapponese ha enormi potenzialità, con una richiesta crescente di made in Italy – dichiara Toni Scervino, Amministratore Unico del Gruppo Ermanno Scervino. – Siamo certi che, grazie alla partnership con Itochu e Coronet, società leader nei mercati di riferimento, potremo accelerare la strategia di sviluppo in Giappone, continuando ad essere promotori dei valori di eccellenza e stile, indissolubilmente legati al dna del nostro Brand”.

Il marchio, che ha recentemente inaugurato il 42esimo flagship store sulla Croisette di Cannes e archiviato il 2012 con un fatturato di 93 milioni di euro (export pari al 72%),  è presente in Giappone dal 2003, con 2 boutiques monobrand a Tokyo e a Osaka, 4 shop in shop e una distribuzione wholesale di circa 100 punti vendita.

Collezione primavera estate 2014 Ermanno Scervino

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.