Luxgallery > Tempo Libero > Eventi > Enzo Ferrari e Fiamma Breschi: all’asta le loro lettere d’amore

Enzo Ferrari e Fiamma Breschi: all’asta le loro lettere d’amore

Maison Bibelot porta all'asta le lettere d'amore tra Enzo Ferrari e Fiamma Breschi

18403716_415617145485851_7379037473347451867_n

Si terrà il 29 maggio a Firenze “Fiamma Breschi, la Signora della Formula 1”, l’asta organizzata da Maison Bibelot e pensata per tutti gli appassionati ed amanti delle vicende storiche legate al Cavallino e al suo fondatore, Enzo Ferrari.

E’ la stessa Maison Bibelot a rendere nota l’asta che si terrà il 29 maggio a Firenze e che vedrà protagoniste le lettere tra Enzo Ferrari e Fiamma Breschi. “Ferrari mi ha scritto per anni. Conservo ancora le decine e decine di lettere che mi ha spedito. Fogli di carta coperti da un inchiostro viola che usava perché credeva fosse ‘simpatico’, che sarebbe cioè svanito con il tempo. Non è stato così. A distanza di anni il Drake mi parla ancora attraverso le sue lettere” scriveva la Breschi nel suo libro, pubblicato nel 1998.

Come spiega la casa d’aste nel sito ufficiale (www.maisonbibelot.com), “La prima lettera risale al settembre 1958, poco tempo dopo la tragica morte di Luigi Musso, il tono formale – ‘Cara Signorina Fiamma’ – poche frasi ma non di circostanza che già preannunciano la nascita di un rapporto speciale che più volte la Breschi ha definito platonico e che segnerà in modo indelebile la sua vita e quella del Drake.” e continua “Fino alla metà del 1959 Ferrari si firma con il suo cognome e Fiamma è la “cara signorina” ma poi il tono cambia, si fa più confidenziale, dal lei si passa al tu e Fiamma diventa la signorina Bertuccia, Filoritorto, Fiammifero controvento, Testa dura non di legno, l’Amica delle Macchine e delle Nuvole. Ferrari si firma invece Anselmo, il prode Anselmo, ironizzando sul suo secondo nome.”.