22 settembre 2016

Divorzio Brangelina: Marion Cotillard è incinta

Il padre è il compagno Guillaume Canet

Divorzio Brangelina: Marion Cotillard è incinta

Delle possibili cause della fine del matrimonio tra Angelina Jolie e Brad Pitt se n’è parlato tanto, anche troppo.

Tra queste, la sospetta vicinanza di Pitt alla compagna di set Marion Cotillard, che avrebbe causato una fortissima e incontrollata gelosia nella moglie.

Page Six ha riferito che la Jolie, per controllare il marito, avrebbe addirittura ingaggiato un investigatore privato sul set del film Allied e che in più occasioni si è rifiutata di rivolgere la parola alla collega francese.

Subito sono arrivate le smentite del presunto tradimento, anche se il gossip ha continuato per la sua strada.

Marion Cotillard e Brad Pitt

Ecco l’ennesimo puzzle di questa intricata vicenda. Marion Cotillard è incinta. E non di Brad Pitt.

E’ la stessa attrice a parlare su Instagram: ecco le sue parole.

“Questa è la prima e sarà l’unica reazione al vortice che mi ha travolto: non sono abituata a commentare cose come questa, ma in questa situazione sono coinvolte persone che amo.

Molti anni fa ho incontrato l’uomo della mia vita, padre di nostro figlio e del bambino che stiamo aspettando. È lui (Guillaume Canet, ndr) il mio amore, il mio migliore amico e l’unico di cui ho bisogno.

A chi mi ha descritto “distrutta” da questa situazione, voglio solo dire che sto bene. Ai media e alle malelingue, invece, auguro una pronta guarigione. Infine auguro a Angelina e Brad, che io rispetto profondamente, di trovare la pace in questo momento tumultuoso”.

 Marion Cotillard e Guillaume Canet

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.