21 giugno 2013

Cinquanta sfumature di grigio, le ultime novità

Sam Taylor-Johnson è la regista del film

Sam Taylor-Johnson, regista del film Cinquanta sfumature di grigio

“Sono felice ed emozionata nell’annunciarvi che Sam Taylor-Johnson ha accettato di dirigere il film di Cinquanta sfumature di grigio”, ha twittato E.L. James, autrice della trilogia erotica tradotta in oltre 50 lingue, che ha venduto 70 milioni di copie in tutto il mondo.

Universal Pictures e Focus Features, quindi, hanno scelto la regista inglese per l’adattamento cinematografico del primo episodio della serie sulle avventure bollenti di Anastasia Steele e Christian Grey.

“Sono entusiasta per aver ricevuto l’incarico di portare dalla pagina allo schermo Cinquanta sfumature di grigio. Ai fan voglio dire che onorerò il potere del libro di Erika, così come i personaggi di Christian e Anastasia. Sono troppo sotto la mia pelle”, ha dichiarato Sam Taylor-Johnson, famosa anche per le sue opere d’arte esposte al MoMa di New York, al Centre Pompidou di Parigi e alla Biennale di Venezia.

La regista classe 1967 ha diretto il suo primo lungometraggio nel 2009 intitolato “Nowhere Boy”, sull’adolescenza di John Lennon, con Aaron Taylor-Johnson, diventato poi suo marito, e Kristin Scott Thomas.

Anche Michael De Luca, produttore del film, ha belle parole per la regista: “Sam sa come mostrare le relazioni d’amore, soprattutto se sono complesse. Sa parlare di emozioni e di chimica sessuale. Insomma: è perfetta”.

Non ci resta che scoprire i volti dell’innocente Anastasia e del misterioso Mr. Grey.

Sam Taylor-Johnson e il marito Aaron

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.