24 marzo 2015

Capelli autunno inverno 2015-2016

Le tendenze viste in passerella

Capelli autunno inverno 2015-2016

Le fashion week di New YorkLondraMilano e Parigi, ci hanno mostrato non solo le tendenze in fatto di abiti e accessori per la prossima stagione fredda, ma ci hanno anche illuminato sulle anticipazioni riguardanti l’universo beauty.

Per quanto riguarda i capelli, la parola d’ordine per l’autunno inverno 2015-2016 è senza dubbio wet style.

L’effetto bagnato è stato l’assoluto protagonista in passerella in tutte le quattro capitali della moda: Alexander Wang, Fausto Puglisi, Scognamiglio, Givenchy, Marc by Marc Jacobs, Mugler sono solo alcune delle maison che hanno scelto chiome scolpite con il gel.

Per esempio, Eugene Souleiman ha pensato ad una coda di cavallo wet look per l’inverno 2015 di Stella McCartney, “come se si fosse andati a nuotare e si raccogliessero i capelli in una coda di cavallo, con ancora delle ciocche attaccate al viso”, ha spiegato il celebre hair-stylist.

Da Roberto Cavalli, le modelle hanno sfilato “con capelli post-spiaggia molto sexy”, ha detto Sam McKnight che ha usato i prodotti L’Oréal Professionnel per evocare il sale marino sui capelli.

però, abbiamo ammirato anche una serie di acconciature bon ton dal fascino retro e molto elaborate, come ai defilè di Alexander McQueen, dove Guido Palau si è ispirato a Gustav Klimt per le scultoree ma armoniose acconciature, Les Copains o da Chanel, Prada e Dolce&Gabbana, dove il raccolto morbido, lo chignon e la coda di cavallo vengono impreziosite con preziosi fermagli gioiello a rendere il look regale e raffinato.

In mezzo tra le due tendenze, regna incontrastata la semplicità: ecco capelli lasciati sciolti sulle spalle con riga da parte o in mezzo, o lisci o con una leggera onda sul finale come da Elie Saab e Gucci, oppure fermati solo da una normalissima fascia come da Fendi Chicca Lualdi a Milano.

Da Burberry, per esempio, Christiaan Houtenbos, ha pensato ad una chioma candida mossa solamente da eleganti onde. “L’attenzione non è su uno styling meticoloso,” ha detto, “ma come se fosse venuto fuori tutto senza sforzo in un modo fresco e irriverente”.

Sam McKnight per Balmain si è lasciato ispirare da donne come Michelle Pfeiffer in Scarface e Lauren Hutton in American Gigolo, per un look beauty “molto più curato di quello che sembra”, composto con un accentuata riga di lato.

Semplicità e naturalezza anche da Giorgio Armani dove è stato mantenuto uno stile “assolutamente non costruito”, come spiegato dalla stylist Roberta Bellazzi di Aldo Coppola, “come quando ci si fa i capelli da sè”.

Il team di acconciatori ha creato una serie di semi-code di cavallo imperfette, tutte “casualmente chic” e senza fronzoli. “Abbiamo cercato di dimenticare che eravamo parrucchieri”, ha confidato la Bellazzi.

L’asimmetria della collezione autunno inverno 2015-2016 di Dior è stata interpretata da Palau con una coda di cavallo laterale. “C’è qualcosa di sinistramente sofisticato nell’innocenza della coda di cavallo laterale,” ha spiegato.

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.