12 marzo 2012

Capelli autunno inverno 2012-2013: i trend

Protagonista la coda

Capelli autunno inverno 2012-2013, sfilata Krizia

Da poco sono stati svelati i suoi segreti grazie alla Ponytail Shape Equation e al numero di Raperonzolo ed è stata la regina incontrastata delle sfilate autunno inverno 2012-2013: stiamo parlando della coda di cavallo.

La sua versatilità è stata interpretata in mille fogge, dagli stili più sportivi a quelli più chic.

Come per il make up, anche per quanto riguarda le acconciature, gli hair stylist alle fashion week appena concluse non hanno proposto look trasgressivi o particolarmente appariscenti. Si è puntato su mood da brava ragazza, su linee pulite e grafiche o onde morbide e sexy.

Ecco quindi il ritorno dei capelli lisci tirati e tenuti con il gel, e il mosso, più o meno romantico o selvaggio.

Alcune maison, come Elie Saab e Marni, hanno puntato sulla frangia, altre su chiome voluminose con un tocco retrò.

Ma partiamo dalla coda. Se ne sono viste di ogni tipo, come quella bassa e morbida di Paul Smith, quella tirata di Chanel, quella precisa di Philosophy by Alberta Ferretti o quella rock creata da Guido Palau, consulente creativo Redken per Diesel Black Gold.

Eugene Souleiman di Wella Professionals per Issey Miyake si è ispirato a un minerale all’interno di una roccia per rivelare infinite stratificazioni di lucentezza. “Avevo deciso di creare un look grafico, minimalista e lucido che offrisse un’infinità di punti focali - ha dichiarato Souleiman - “I capelli dovevano risultare leggeri, freschi, diritti sulla parte posteriore del capo, ed esprimere invece sulla parte anteriore un non so ché di maschile. Si veniva così a creare una tensione con un conseguente effetto scolpito, ma in modo pulito e controllato. Applicando una ‘striscia’ di gel su tutti i capelli si determinava un ulteriore rafforzamento dell’effetto minimal complessivo giocando sui concetti di texture e lucentezza”.

Souleiman è autore anche del look delle modelle della sfilata di Antonio Marras, dove ha pensato ad una coda leggera ed eterea.

Da Krizia ecco un’acconciatura molto pulita, fermata con un filo di metallo dorato sulla coda che poi va ad appoggiarsi a metà testa, a simboleggiare una donna guerriera ma contemporanea, nel mood creato da Stefano Lorenzi di Aldo Coppola.

Stile vittoriano con un sottofondo punk, per il look ideato da Roberta Bellazzi di Aldo Coppola per John Richmond, con un’acconciatura realizzata con una coda a metà testa e i lati tirati, mentre la parte superiore dei capelli è cotonata e lasciata libera sulle lunghezze.

Per quanto riguarda gli altri raccolti, diversi gli stili proposti, dal classico chignon a idee più destrutturate o più sontuose, con tocchi d’antan.

Acconciatura Franco Gobbi per Moroccanoil da Ermanno ScervinoUn esempio è la pettinatura di Paolo di Pofi e il team Mitù per Wella Professionals da Laura Biagiotti, un raccolto elaborato ma dalla riuscita naturale, un look tra il bizantino, che ispira la collezione, e l’etnico con un forte spirito mediorientale.

Un tocco vintage per l’acconciatura creata per Carolina Herrera da Orlando Pita per Moroccanoil che ha puntato sul volume e sul cerchietto. Il look mette in risalto una struttura voluminosa ottenuta cotonando i capelli a diverse altezze ma lisci all’attaccatura dei capelli, tenuti insieme con un nastro nero in grosgrain o con un sottile cerchietto elastico.

Le varianti possono essere con i capelli lunghi, lasciati sciolti in modo morbido, così come portati a coda con un elegante fiocco che li tiene uniti. Su alcune modelle dai capelli sottili, Orlando ha aggiunto delle extension per allungarli.

Mood molto raffinato da Ermanno Scervino, grazie a Franco Gobbi per Moroccanoil. I capelli erano morbidamente raccolti dietro, con un lieve volume alla sommità della testa, poi legati all’altezza della nuca in un particolarissimo nodo a “cappia”.

Acconciatura grunge by Antonio Musumeci di Aldo Coppola per Kristina Ti, in un raccolto che vede ciocche annodate tra loro e nuovamente intrecciate sulla nuca, dall’aspetto strapazzato e bohemiene.

Per quanto riguarda i capelli sciolti, ecco quelli di .normaluisa creati da Lorenzo Barcella di Aldo Coppola, per una vera nomade, con chiome sciolte e libere, con solo il ciuffo puntato, leggermente ondulati un po’ selvaggi.

Ispirazione felina per il look fortemente grafico che Antonio Corral Calero,  Direttore Artistico Moroccanoil, ha creato per Catherine Malandrino, in grado di riflettere l’aspetto sofisticato della collezione. Lo stile punta sul morbido contrasto di consistenze e rifiniture diverse tra loro. I capelli erano brillanti e dalle voluminose onde ricurve sopra la testa, luminosamente patinati e aderenti sui lati. L’acconciatura era messa in risalto anche da alcune ciocche rigide naturalmente lucide e da altre, morbide e ondeggianti, lungo la schiena.

Capelli autunno inverno 2012-2013, sfilata Just CavalliEcco le onde, nella versione più glam, da Just Cavalli, create da Malcolm Edwards per Moroccanoil. In passerella acconciature femminili morbide e sexy: i capelli ricadevano dolcemente sciolti sulla schiena, soffici e voluttuosi. “Per creare questo look mi sono ispirato agli anni ’70 e ’80, ma rivistati in chiave più soft. Ho pensato a una dona contemporanea, giovane e ricca ma mai borghese, sempre in prima fila alle feste più glamour e con splendidi capelli”, ha dichiarato Edwards.

A staccarsi dal coro, Peter Gray di Moroccanoil per Badgley Mischka, che ha presentato una linea ispirata al film tedesco impressionista Metropolis. “Per contrastare linee definite, dure e scolpite di questa collezione, abbiamo creato un’acconciatura dalla consistenza disordinata, fluttuante ed eterea” dichiara l’hair stylist. “E’ multi-dimensionale, leggerissima e ariosa, risultato di ricci fittissimi, perfettamente spazzolati e liberi di saltare in tutte le direzioni. Per rafforzare e strutturare questa acconciatura fluttuante, ho realizzato alcuni mini chignon nascosti sotto la testa per creare una consistenza irregolare. Per contrastare i ricci, abbiamo creato sul davanti un’ampia onda morbida, elegante e glamour, che ricade in una piena massa soffice”.

Ecco altri spunti per farsi notare: il mega toupé di McQ Alexander McQueen, le piume di corvo di Ann Demeulemeester, le parrucche coloratissime di Comme Des Garcon e Junya Watanabe, il look maschile e disordinato di John Galliano, la ricrescita evidenziata da colori forti di Jean Paul Gaultier.

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 9 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.