30 novembre 2016

Calendario Pirelli 2017, chi c’era al party di lancio a Parigi

Nicole Kidman e Uma Thurman, regine del gala parigino a fianco di Peter Lindbergh e Marco Tronchetti Provera

Calendario Pirelli 2017, chi c’era al party di lancio a Parigi

Penelope Cruz, Julianne Moore, Uma Thurman, Rooney Mara, Jessica Chastain, Nicole Kidman, Zhang Ziyi, Alicia Vikander, Robin Wright, Charlotte Rampling, Helen Mirren, Kate Winslet, Léa Seydoux, Lupita Nyong’o e Anastasia Ignatova: ecco le protagoniste del Calendario Pirelli 2017.

Ma questo lo sapevamo già.

Quello che non sapevamo è chi si sarebbe presentato al gala dinner a Parigi di ieri sera, organizzato proprio per il lancio ufficiale del leggendario datario scattato da Peter Lindbergh.

Tra le 14 grandi attrici immortalate dal fotografo tedesco, vestite e rigorosamente al naturale in cinque location, Londra, New York, Berlino, Los Angeles e la spiaggia francese di Le Touquet, abbiamo ammirato sul red carpet di Saint-Denis la bellissima Nicole Kidman in perfetta forma, fasciata in un abito lungo con profonda scollatura sul dietro, interamente ricamato con paillettes argento e cristalli, della collezione Giorgio Armani Privé.

Occhi puntati anche sull’ammaliante Uma Thurman, sorprendentemente castana e con un abito verde bottiglia che ne accarezzava le forme.

Al party esclusivo al fianco di Linbergh e al CEO della casa di pneumatici, Marco Tronchetti Provera, accompagnato dall’elegantissima moglie Afef, anche Charlotte Rampling e Helen Mirren, le muse più “adulte” del Pirelli 2017.

Le foto del tappeto rosso nella gallery!

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.