Luxgallery > Viaggi e Vacanze > Itinerari > Bruges, alla scoperta della città medievale regina delle Fiandre

Bruges, alla scoperta della città medievale regina delle Fiandre

Alla scoperta di Bruges, capitale delle Fiandre Occidentali, perla medievale nel nord-ovest del Belgio.

Per alcuni è la “Venezia del Nord”, per altri una città medievale piena di fascino, per molti è la regina delle fiabe. Stiamo parlando della belga Bruges, nel cuore delle Fiandre Occidentale. Bruges, che nel 2002 è stata nominata capitale europea della cultura insieme alla spagnola Salamanca, è senza dubbio una città da cartolina.

Con i suoi canali navigabili, le facciate colorate delle case, i ponti e i campanili Bruges sembra uscita dalla pagina di un libro per l’infanzia: un paesaggio da favola, che soprattutto in questo periodo si arricchisce di luci, carrozze e mercatini. Sede permanente del Collegio d’Europa, Bruges vanta un incantevole centro storico medievale, che è stato proclamato nel 2000 patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. 

Antica città fiamminga, Bruges può essere una splendida alternativa alle più famose capitali europee. Non è molto grande, ma è una caratteristica questa, che rende Bruges ancora più bella: difatti la città offre molto e può essere visitata tranquillamente a piedi; le principali attrazioni sono raccolte. Tra queste vi segnaliamo: il Markt, l’antica Piazza del Mercato, il più importante centro commerciale della città in epoca medioevale, oggi calamita per i turisti, caratterizzata dalle case di mattoni colorate dalle guglie appuntite, risalenti al XVI-XVII secolo; Belfort (o Beffroi), la torre civica del XIII secolo alta ben 83 metri, visibile da ogni parte di Bruges; il Burg, che è un’altra importante piazza della città, che ospita edifici stupendi, quali il trecentesco Municipio gotico, la Basilica del Sacro Sangue, l’Antico Registro Civile e il Palazzo della Libertà. 

Rozenhoedkaai, noto anche il Molo del Rosario, che è forse il luogo più fotografato della città. Situato lungo la via Dijver, questo canale, soprattutto di notte, con i giochi di luce e di riflessi nell’acqua, sa accendere la fantasia degli amanti della fotografia. Un bel pezzo di verde ad appena mezz’ora dal centro città è il Minnewater Lake, il «lago dell’amore», tappa obbligata per i giovani innamorati. Abitato da una colonia di bianchissimi cigni, Minnewater Lake è il simbolo della città. Bruges, ospita anche numerosi musei, tra cui il Groeninge Museum, il più importante centro dedicato alla pittura fiamminga, che ha reso famoso il Belgio; il Museo delle patatine fritte e quello del cioccolato e Walplein, un antico birrificio. Cos’altro fare a Bruges? Ah, sì, una visita ai mulini a vento della città, nei pressi delle antiche mura.