2 dicembre 2014

British Fashion Awards 2014

Glamour a Londra

British Fashion Awards 2014

Mentre Londra si prepara all’invasione degli Angeli per il Victoria’s Secret Fashion Show di questa sera, ieri al Coliseum Theatre si sono riuniti stilisti, modelle e professionisti del settore per i premi oscar del fashion system oltremanica.

Ai British Fashion Awards 2014, il riconoscimento più prestigioso della moda inglese organizzato dal Bfc-British Fashion Council, hanno trionfato i migliori rappresentanti della moda made in England in tutto il mondo.

Unica eccezione tra tutto l’orgoglio british, Nicholas Ghesquière, direttore creativo di Louis Vuitton, che è stato omaggiato con l’International designer of the year, premio dedicato ai nomi più prestigiosi del panorama internazionale, vinto l’anno scorso da Miuccia Prada.

Lo stilista si è presentato all’evento con Charlotte Gainsbourg, che ovviamente ha indossato una sua creazione.

Il premio più prestigioso per gli stilisti di casa, ovvero il Designer Womenswear of the Year è stato assegnato a Erdem, che eredita così lo scettro da Christopher Kane.

Il Menswear Designer of the Year, invece, se l’è aggiudicato JW Anderson, mentre Victoria Beckham, arrivata sul red carpet con il suo David (impeccabile in Dior) e l’attrice Anna Kendrick, ha ritirato il premio per Miglior brand dell’anno.

“Wow, grazie. Sono così orgogliosa di essere inglese e ancor di più di aver costruito il mio marchio in UK. Voglio ringraziare il mio brand. Vi amo tantissimo, questo è per voi!”, ha detto l’ex Posh Spice dal palco.

Tra i premiati, anche Cara Delevingne, che senza troppe sorprese, ha conquistato il premio come Best Model: come abbiamo visto, la top britannica guadagna 8000 euro al giorno, forte delle maison di cui è testimonial come Moschino, Dolce&Gabbana, Stella McCartney, Fendi, H&M, Mulberry, La Perla, YSL Beauty e Zara.

Cara Delevingne, luccicante in Burberry, è arrivata all’evento a braccetto con Kendall Jenner (in Emilio Pucci); le tue modelle, però, grandi assenti della sfilata di Victoria’s Secret, si sono dirette subito dopo a Salisburgo, dove si terrà la sfilata di Chanel.

Il British Style Award, l’unico determinato dal pubblico, che viene assegnato al personaggio inglese più trendy e glamour dell’anno ”ambasciatore internazionale per Londra quale capitale guida della moda”, è andato a Emma Watson, stilosa sul red carpet con giacca da smoking Dior su tuta con pantalone ampio Misha Nonoo. Resta così a mani vuote Amal Clooney, candidata numero uno per l’ambito titolo, vinto l’anno scorso da Harry Styles dei One Direction.

Sarah Burton di Alexander McQueen si è aggiudicata il Red Carpet Award per i suoi look da gran soirèe, molti dei quali indossati da Kate Middleton, mentre John Galliano ha premiato la donna più temuta del fashion system, Anna Wintour, con l’Outstanding Contribution Award. Per l’occasione, la direttrice di Vogue America ha indossato una creazione del controverso stilista per Maison Martin Margiela.

Ad applaudire i vincitori, un parterre di ospiti internazionali, da Suki Watrehouse in Burberry Prorsum, quest’anno a secco di premi, a Rihanna con solo una giacca da smoking over size di Stella McCartney, passando per Rita Ora in Tom Ford, Olivia Palermo in Emilia Wickstead, Lily Allen in Vivienne Westwood.

Ecco la lista completa dei vincitori dei British Fashion Awards 2014
Womenswear Designer
Erdem
Menswear Designer
JW Anderson
Accessory Designer
Anya Hindmarch
International Designer
Nicolas Ghesquière for Louis Vuitton
Red Carpet Designer
Alexander McQueen
Brand
Victoria Beckham
Model
Cara Delevingne
Creative Campaign
Louis Vuitton
British Style Award
Emma Watson
Outstanding Achievement Award
Anna Wintour OBE
Emerging Womenswear Designer
Marques’Almeida
Emerging Menswear Designer
Craig Green
Emerging Accessory Designer
Prism
New Establishment Designer
Simone Rocha

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.