Luxgallery > Gusto > BIWA 2016: ecco la classifica dei 50 vini migliori d’Italia

BIWA 2016: ecco la classifica dei 50 vini migliori d’Italia

Come ogni anno torna l'appuntamento con BIWA 2016, la classifica di Best Italian Wine Awards che stila la classifica dei 50 migliori vini d'Italia: ecco i vincitori 

BrindisiBiwa15

Si è svolto ieri sera presso il centro congressi di Milano della Fondazione Cariplo l’appuntamento italiano più importante per i produttori di vino; Best Italian Wine Awards ha infatti stilato anche per quest’anno la classifica dei 50 vini migliori d’Italia, grazie al giudizio di una giuria di competenza internazionale rinnovata e ingrandita per il 2016. Tante le sorprese, soprattutto nel numero di vini bianchi e dolci che si sono posizionati in una classifica estremamente eterogenea per provenienza e tipologia dei vini: ecco allora la classifica BIWA 2016 dei 50 vini migliori d’Italia.

Si parte dal podio della classifica BIWA 2016 che quest’anno tra i 50 vini migliori d’Italia ha premiato con la medaglia di bronzo il Bolgheri Sassicaia 2013, il vino toscano della Tenuta San Guido; la medaglia d’argento è andata invece al Costa d’Amalfi Furore Bianco Fiorduva 2014, un vino della Campania delle Cantine Marisa Cuomo. A posizionarsi invece sul gradino più alto del podio del BIWA 2016 è il Brunello di Montalcino Cerretalto 2010, un vino della Toscana di Casanova di Neri. Come hanno spiegato gli esperti, quella del 2010, è un’annata particolarmente vincente che per molti potrebbe eguagliare la storica 1985.

Diversi anche i premi speciali del Best Italian Wine Awards 2016 consegnati ieri sera a Milano; è stato infatti consegnato al Mastrobernardino il Premio Azienda e Tradizione, a Boroli per il suo Barolo Villero il Premio Vino Promessa, a Bussoletti per il suo Ciliegiolo di Narni Brecciaro 2014 il Premio Vino da Uve Autoctone Rosso e a Santa Barbara per il suo Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Riserva Tardivo ma non Tardo 2013 l’omonimo per le uve bianche. Non è mancato nemmeno al BIWA 2016 il Premio Vino Pop a Enio Ottaviani per il suo Sangiovese Romagna Superiore Caciara 2015. Chiudono infine il Premio Miglior Sommelier a Francesco Cioria di Imola e il Premio Alfiere del Territorio a Pacherhof.

A seguire la classifica del BIWA 2016 dal quarto al 50esimo classificato

4 Feudo Maccari – Saia 2014, Nero d’Avola, Sicilia Doc
5 Ciacci Piccolomini d’Aragona – Pianrosso  S. Caterina d’Oro Riserva 2010, Brunello di M. Docg
6 G.B. Burlotto – Monvigliero 2012, Barolo Docg
7 Damijan Podversic – Bianco Kaplja 2012, Venezia Giulia Igt
8 Duemani – Duemani 2013, Costa Toscana Igp
9 Marco De Bartoli – Vecchio Samperi Solera
10 Terlano – Terlaner I Grande Cuvée 2013, Alto Adige Terlano Doc
11 Alberto Lusignani – Vin Santo di Vigoleno 2006, Colli Piacentini Doc
12 Elvio Cogno – Vigna Elena Riserva 2010, Barolo Docg
13 Skerk – Malvasia 2013, Venezia Giulia Igp
14 Fattoria Zerbina – Scaccomatto 2013, Albana di Romagna Passito, Docg
15 Podere Le Ripi – Lupi e Sirene 2011, Brunello di Montalcino Riserva, Docg
16 Argiolas – Turriga 2012, Isola dei Nuraghi Igt
17 Ca’ del Baio – Riesling 2014, Langhe Doc
18 Mascarello e Figlio – Monprivato 2011, Barolo Docg
19 Sobrero – Pernanno Riserva 2010, Barolo Docg
20 Biondi Santi, Tenuta Greppo  – Tenuta Greppo 2010, Brunello di Montalcino Riserva, Docg
21 Castellare di Castellina – I Sodi di San Nicolò 2012, Toscana Igt
22 Giovanni Rosso – Ester Canale Rosso Poderi Vigna Rionda 2012, Barolo Docg
23 Zidarich – Vitovska Kamen, Pietra 2014, Venezia Giulia Igp
24 Gravner – Bianco Breg 2008, Venezia Giulia Igt
25 Le Potazzine – Brunello di Montalcino 2012, Docg
26 Uberti – Quinque Extra Brut 2007, Franciacorta Docg
27 Berlucchi – Guido & c. Palazzo Lana Extreme Extra Brut Riserva 2007, Franciacorta Docg
28 La Scolca -Gavi dei Gavi La Scolca D’Antan 2005, Docg
29 Jermann – Vintage Tunina
30 Ca’ del Bosco – Franciacorta Vintage Collection Dosage Zéro Noir 2006, Docg
31 Le Ragnaie – Brunello V.V. 2011, Brunello di Montalcino Docg
32 Massolino – Vigna Rionda Vigna Rionda Riserva 2010, Barolo Riserva Docg
33 Mocali di Ciacci Tiziano –  Vigna delle Radunate Riserva 2010, Brunello di Montalcino Docg
34 Il Poggione – Vigna Paganelli Riserva 2010, Brunello di Montalcino Docg
35 Fratelli Bucci – Villa Bucci Riserva 2013, Castelli di Jesi Verdicchio Docg
36 Torre dei Beati – Bianchi Grilli 2014, Pecorino Abruzzo Doc
37 Franz Haas – Manna 2014, Vigneti delle Dolomiti Bianco Igt
38 Livio Felluga – Terre Alte 2013, Rosazzo Docg
39 Conte Emo Capodilista – Cuore di Donna Daria, bianco da tavola passito
40 Tramin – Terminum 2013, Alto Adige Gewurztraminer Vendemmia Tardiva Doc
41 Canalicchio di Sopra – Brunello di Montalcino 2011 Docg
42 Siro Pacenti – Pelagrilli 2011, Brunello di Montalcino Docg
43 Roagna – Pajè Vecchie Viti 2010, Barbaresco Docg
44 Giovanni Sordo – Perno 2012, Barolo Docg
45 Bussia Soprana – Vigna Colonnello Riserva 2009, Barolo Docg
46 Fontodi – Fleccianello della Pieve 2012 Colli Toscana Centrale Igt
47 Valentini – Montepulciano 2012, Doc
49 I Clivi – Clivi Brazan 2014, Collio Doc
49 Benito Ferrara – Vigna Cicogna 2015, Greco di Tufo Docg
50 Zucchi – Rito 2015, Lambrusco di Sorbara Dop

Foto: BIWA 2015, PHOTO CANIO ROMANIELLO / OLYCOM