Luxgallery > Abitare > Biancospino: il re dell’autunno in giardino tra miti e leggende

Biancospino: il re dell’autunno in giardino tra miti e leggende

Conoscete le leggende che ruotano attorno al biancospino? Ecco qualche curiosità su questa pianta che regala proprio in autunno la bellezza delle sue bacche

hawthorn-240823_1280

Il biancospino è un arbusto perenne di cui negli ultimi anni si parla davvero poco; recentemente infatti è possibile ammirarlo solamente in giardini abbandonati o agli angoli della strada dove cresce spontaneo. Precedentemente invece era molto utilizzato per le siepi ma negli ultimi tempi la sua fama si è molto ridotta, se non per le proprietà benefiche di tisane e infusi che lo utilizzano come ingrediente. Malgrado questa sua recente impopolarità, il biancospino è stata una pianta molto apprezzata, soprattutto nel passato più lontano: sia Greci e che i Romani infatti la ritenevano una pianta di buon auspicio; i primi la utilizzavano per decorare gli altari prima delle cerimonie nuziali mentre i secondi le attribuivano il potere magico di scacciare gli spiriti maligni e per questo veniva utilizzata anche per decorare le culle dei neonati.

Diverse sono quindi le leggende e i miti che girano attorno al biancospino, tanto che questa pianta in Inghilterra è perfino legata a Giuseppe D’Arimatea: dal suo bastone piantato in terra, una volta arrivato sull’isola, sarebbe nato proprio un biancospino. Secondo le credenze inoltre i fiori bianchi che sbocciano in primavera sarebbero il simbolo dell’Immacolata Concezione, le bacche rosse che spuntano in autunno rappresenterebbero il sangue di Gesù mentre le spine simboleggerebbero la corona di Cristo.

Ad ogni modo, simboli, storie e leggende a parte, il biancospino è davvero una pianta estremamente regale e che dona bellezza ai giardini che la accolgono per ben due volte l’anno, in primavera con i suoi splendidi fiori bianchi e in autunno con le bacche rosse che sono commestibili e possono essere utilizzate per fare ottime marmellate. Inoltre per tutto l’anno con le sue foglie verdi e la sua imponenza (può arrivare fino a 5 metri d’altezza) è protagonista assoluto dei giardini. Il biancospino inoltre è un arbusto facile da tenere anche sul balcone, ma è necessario dargli spazio sufficiente nel vaso per potergli permettere di far crescere le proprie lunghe radici; non ama essere bagnato eccessivamente tanto che in estate è sufficiente annaffiarlo due volte a settimana mentre in inverno l’acqua piovana è più che abbastanza.