27 luglio 2016

Bernie Ecclestone, rapimento di lusso

Per la suocera chiesto un riscatto di 33 milioni di euro

Bernie Ecclestone e Fabiana Flosi

In molti hanno pensato che si trattasse di uno scherzo di cattivo gusto e invece è tutto vero. Bernie Ecclestone, il milionario patron della Formula 1, e la sua terza moglie, Fabiana Flosi, stanno vivendo in queste ore un brutto incubo.

La suocera, Aparecida Schunck, 67enne mamma della giovane Fabiana, è stata rapita lo scorso venerdì, non lontano dalla sua abitazione di San Paolo e secondo i magazine brasiliani, i rapitori avrebbero chiesto un riscatto senza precedenti.

Per la liberazione della suocera di Ecclestone, così come rivelato da fonti vicine alla polizia, i sequestratori si sarebbero messi in contatto con famiglia e avrebbero chiesto 33 milioni di euro. Si tratta della richiesta più imponente mai fatta in Brasile e, stando a quanto ha scritto il magazine Veja, i criminali vorrebbero il riscatto in sterline e in quattro borse di plastica.

Fabiana Flosi con la mamma Aparecida Schunck

Le autorità che stanno gestendo il sequestro di Aparecida Schunck da parte di una gang criminale brasiliana non hanno ancora rilasciato dichiarazioni così come hanno deciso di rimanere in silenzio sia Bernie Ecclestone sia la moglie Fabiana Flosi.

Per Ecclestone, 85 anni, Fabiana Flosi è la terza moglie. I due si sono sposati a Gstaad nel 2012 dopo essersi conosciuti proprio in Brasile durante il Gp d’Interlagos dove lei lavorava come direttore marketing. Per la Flosi l’imprenditore inglese capo della Fom, la società che gestisce i diritti commerciali della F1, ha lasciato la compagna storica Slavica Radic dopo 25 anni di matrimonio.

Una brutta vicenda che tutti sperano finisca nel miglior modo possibile anche in vista delle imminenti Olimpiadi 2016 che porteranno in Brasile migliaia di turisti.

Bernie Ecclestone e Fabiana Flosi

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.