Luxgallery > Celebrità > Belen Rodriguez: “Mi piace l’uomo ignorante, ero poverissima, Corona lo sogno”

Belen Rodriguez: “Mi piace l’uomo ignorante, ero poverissima, Corona lo sogno”

Belen Rodriguez a cuore aperto sulle sue relazioni, la sua famiglia povera, Fabrizio Corona e tanti segreti

belen-rodriguez

Un’intervista a cuore aperto quella che Belen Rodriguez concede a Sette, che le regala la copertina. Tantissimi gli argomenti privati che vengono affrontati durante l’intervista, dagli ex fidanzati celebri al tipo di uomo che attrae la 32enne argentina più desiderata d’Italia.

Si parte proprio dalla rivelazione circa il suo ideale di uomo”L’ignorante. L’ignoranza, in senso positivo, mi attrae tanto. Non l’ignoranza di un mancato ragionamento. L’ignoranza che dico io è il modo di fare le cose. Sfrontato. Andrea è l’esempio maggiore della sfrontatezza. Sono molto sensibile, ma penso di esserlo per le cose giuste. Non sono una piagnucolona che piange per qualsiasi motivo, piango quando c’è una ragione per piangere. Questa è una cosa fondamentale che accomuna tutti gli uomini che ho avuto: la strada, l’esperienza che ti dà solo la strada, il riscatto. Un bambino che vive per strada diventa grande prima del dovuto. A me è capitato e so cosa vuol dire. Diventi grande all’improvviso. Continui a ridere e a giocare perché hai l’età di una bambina, però non sei più una bambina“.

Ed è qui che si apre una dolorosa parentesi sul passato della donna: “In Argentina ho vissuto momenti terribili. Non c’erano i soldi per la spesa. E’ stata tosta, era pericolosissimo andare in giro per strada. Mi hanno puntato tre volte la pistola alla testa. Ti sparavano per due euro. Mi sono spaventata e ho detto: “Da qui me ne devo andare. Volevo fare qualcosa che mi retribuisse in tal modo da aiutare tutta la mia famiglia. Era il mio unico obiettivo. Però sapevo che c’entrava con qualcosa di artistico tra virgolette. Sin da piccola cantavo, facevo danza, mi improvvisavo conduttrice. Amavo i varietà televisivi di una volta“. Poi il pensiero torna a Fabrizio Corona: “Fabrizio mi conosce bene, lui sa davvero come sono io. Sa che l’ho sognato proprio questa notte? Ho sognato che usciva dal carcere e io ero sopra le spalle di Andrea Iannone, a cavalluccio, e ridevo e avevo i capelli tutti arruffati, biondi dal sole, e Fabrizio mi guardava dalla macchina, mi faceva segno che andava bene e sorrideva a cinquanta denti nel vedermi contenta. Poi andava via“.

Si torna ancora nella sfera più privata della diva: “Sto facendo psicoanalisi. Un annetto, ormai. La mia analista (donna, junghiana) mi dice sempre: “Tu non vuoi mai essere totalmente di nessuno, perché quando sei troppo di qualcuno ti prende male”. C’è un motivo per il quale non vuole essere di nessuno: “Perché ho sempre badato a me stessa da sola da quando ero piccola. Il mio nome, Betlemme, significa “Casa del pane”. Anche il mio segno, la Vergine, rimanda alla Casa del pane. Me l’ha detto mio padre (che pure non crede all’astrologia) giusto tre giorni fa. Io sono una grossa Casa del pane, lo sono da quando ero piccola. Essere una Casa del pane significa che sono una persona che dà da mangiare volentieri, generosamente, per amore“.