Luxgallery > People & Brand > Business > Balmain comprato dal fondo del Qatar

Balmain comprato dal fondo del Qatar

Olivier Rousteing rimane alla guida della maison

olivier-rousteing-balmain

Dopo aver debuttato nella moda bimbo, aperto il primo flagship store su strada a New York e confermato la sua popolarità tra le star, le sfilate hanno parterre degni dei red carpet degli Oscar, Balmain passa nelle mani della società di investimento del Qatar Mayhoola.

Il quotidiano francese Les Echos aveva svelato in anteprima a febbraio l’intenzione degli eredi di Alain Hivelin, il proprietario dell’azienda scomparso a dicembre 2014, di vendere la loro quota della maison. Dopo mesi di trattative l’accordo è arrivato.

La maison del lusso francese ha infatti annunciato di essere passata nelle mani della società di investimento Mayhoola, che fa capo alla famiglia reale del Qatar, la stessa che nel 2012 si era accaparrata Valentino.

Balmain, il cui fatturato si aggira attorno ai 120 milioni di euro e che negli ultimi 8 anni ha visto triplicare le sue vendite, è stato acquisita per una somma stimata tra i 450 e i 480 milioni di euro.

Nessun cambiamento in vista alla direzione artistica della maison, che deve tutto il suo successo proprio al talento del giovane stilista francese Olivier Rousteing.

Se le trattative dovrebbero concludersi entro la fine dell’estate grande è l’entusiasmo da entrambe le parti. Un rappresentante Mayhoola, commentando la straordinaria capacità di Emmanuel Diemoz e di Olivier Rousteing di saper conquistare un nuovo pubblico senza mai dimenticare l’anima e la storia che ha reso grande la maison, ha dichiarato “Appoggiando l’attuale gestione e la progettazione di squadra, il nostro obiettivo è di assicurare che Balmain raggiunga pienamente il proprio potenziale. Crediamo che Balmain contribuirà in modo significativo alla nostra ambizione di costruire un polo globale dei beni di lusso”.