Luxgallery > Tempo Libero > Shopping > Boutique > Balmain apre New York

Balmain apre New York

La boutique della settimana

balmain-new-york-soho-01

Balmain ha aperto a New York la sua prima boutique americana.

Per il primo flagship store su strada la maison francese capitanata da Olivier Rousteing alla direzione creativa ha scelto il quartiere di Soho e precisamente Wooster Street.

Una location prestigiosa scelta anche da maison del calibro di Chanel, Burberry e Moschino.
La boutique di Balmain si sviluppa su uno spazio di circa 200mq e, come riportato da WWD, potrebbe essere inaugurata con un evento all’insegna del glamour e delle celebrità in programma per inizio maggio in concomitanza con il Met Ball 2016, in programma per il 2 maggio.

All’interno della boutuque newyorkese i clienti di Balmain potranno trovare sia le collezioni moda donna sia quelle moda uomo. Uno spazio poi è dedicato anche a calzature e accessori.

Per quanto riguarda la linea Balmain Kids, dedicata ai piccoli più fashion, il debutto è previsto a giugno e in esclusiva proprio per il mercato americano.

Balmain che fino ad adesso aveva scelto di essere presente negli USA in circa 40 multimarca tra cui i prestigiosi department store Saks Fifth Avenue, Barneys e Neiman Marcus potrà dunque contare ora su un punto vendita tutto suo.

Il debutto sul mercato americano con il primo flagship store per Balmain si inserisce ovviamente in un piano si sviluppo ben preciso. Infatti, anche se Emmanuel Diemoz non ha ancora confermato ufficialmente il piano d’apertura delle altre boutique sul territorio americano, il CEO del brand ha però anticipato a WWD che la città scelta per il prossimo store Balmain sarà Los Angeles.

Nel frattempo iniziano le indiscrezioni circa il futuro della maison.
A febbraio 2016 è stata infatti ufficializzata la volontà degli eredi di Alain Hivelin, il proprietario dell’azienda scomparso a dicembre 2014 a cui si deve gran parte del merito del rilancio del brand fondato da Pierre Balmain nel 1945, di vendere Balmain e secondo il quotidiano francese Les Echos sarebbero arrivate le prime offerte.

L’emiro del Qatar, già proprietario di Valentino, avrebbe presentato un’offerta nell’ordine dei 500 milioni di euro ancora dell’inizio dell’asta. Interessati a Balmain ci sarebbero poi anche un gruppo cinese e un investitore americano gli eredi di Hivelin dovrebbero comunicare a breve se hanno intenzione di accettare una delle tre offerte.

Balmain apre New York