Luxgallery > Fashion > Accessori Moda > Ballin restaura Villa Pisani

Ballin restaura Villa Pisani

E festeggia 70 anni d’eccellenza

ballin-villa-pisani

Le ville del nord Italia sono in buone mani da quando i brand della moda sono scesi in campo per finanziare il loro restauro.

Se Armani si è fatto carico del restyling di Villa Necchi Campiglio, gioiello architettonico del FAI in via Mozart a Milano, Ballin ha deciso di sostenere i lavori di ristrutturazione dei tesori di Villa Pisani, storica palazzina affrescata dal Tiepolo.

La maison veneta, leader nella produzione di scarpe femminili di lusso, farà tornare al suo antico splendore i dipinti della “Sala delle Arti e dei Paesaggi”.

Nell’anno del suo 70esimo compleanno, Ballin celebra così le sue origini prendendosi cura di uno dei tesori del territorio in cui ha fondato le radici del proprio successo nel settore calzaturiero.

Una tradizione d’eccellenza che prende il via nel lontano 1945 quando Giorgio Ballin, insieme al fratello Guido, aprirono il primo laboratorio artigiano a Fiesso d’Artico, lungo la Riviera del Brenta. Oggi l’azienda vanta un fatturato di 66 milioni di euro e 300 dipendenti.

I festeggiamenti per l’anniversario di Ballin si sono conclusi venerdì 9 ottobre con un party esclusivo proprio a Villa Pisani. Le fan del marchio oltre a mettere in programma una visita alla storica villa veneta potranno regalarsi un paio di scarpe della special edition tributo ai 70 anni del brand.

Special edition 70 Ballin