15 febbraio 2016

Bafta 2016, vincitori e red carpet

Le foto più belle della Royal Opera House

Bafta 2016, vincitori e red carpet

Mancano meno di due settimane agli Oscar, e a Londra sono andate in scena le prove generali.

Nel Giorno degli Innamorati, la Royal Opera House ha ospitato la 69esima edizione dei Bafta, i principali riconoscimenti del cinema britannico, particolarmente tenuti d’occhio dai media perchè considerati proprio l’anticamera degli Academy Awards.

Partiamo subito dalla statuetta che ci sta più a cuore: Ennio Morricone ha trionfato nella categoria migliore colonna sonora dell’anno per le musiche di The Hateful Height, l’ultimo film di Quentin Tarantino, un riconoscimento che fa ben sperare in vista degli Oscar.

A dominare la soirèe, è stato però The Revenant, che forte delle otto nomination, ha conquistato cinque statuette: miglior film, miglior attore a Leonardo DiCaprio, miglior regista a Alejandro Gonzalez Iñárritu, miglior fotografia e miglior sonoro. Ormai per la star di Titanic non ci sono più dubbi su quello che accadrà sul palco del Dolby Thatre il prossimo 28 febbraio, per la sua gioia, quella dei fan e soprattutto dei social.

Brie Larson, purtroppo assente alla cerimonia, è stata scelta come miglior attrice protagonista per la sua interpretazione in Room, di cui abbiamo parlato, mentre i migliori attori non protagonisti sono Kate Winslet (Steve Jobs) e Mark Rylance (Il ponte delle spie).

Grande soddisfazione anche per Mad Max: Fury Road che ha vinto quattro premi: migliori trucco, montaggio, costumi e scenografia.

L’attore di Star Wars John Boyega ha vinto come miglior talento emergente, l’unico premio deciso con una votazione del pubblico; la pellicola dei record si è aggiudicata il premio come migliori effetti speciali.

Il premio come miglior documentario è stato vinto da Amy, toccante ritratto della cantante Amy Winehouse.

Passando invece all’altro motivo di interesse della serata, ovvero i look visti sul red carpet, promossa a pieni voti Kate Winslet, che si è presentata alla serata con un abito nero firmato da Antonio Berardi dimostrando un notevole affiatamento con il compagno di set, Michael Fassbender, (arrivato però con la fidanzata Alicia Vikander in Louis Vuitton) che invece ha indossato un tuxedo Burberry creato per Green Carpet Challenge.

Tra le più sexy, la moglie di Matt Damon, Luciana Barroso in Versace e Emilia Clarke de Il trono di spade avvolta in un rosso Victoria Beckham.

Scarlatta anche Dakota Johnson, che ora, con la nuova acconciatura, è pronta a volare a Vancouver per le riprese di 50 Sfumature di nero e la sua co-star in Single ma non troppo, la formosa Rebel Wilson con una creazione Marina Rinaldi.

Divina Cate Blanchett con il ricamatissimo abito firmato Alexander McQueen e Julianne Moore elegantissima in Armani.

Ecco la lista completa dei vincitori:
- Miglior Film: The Revenant
- Miglior Film britannico: Brooklyn
- Miglior Regista: Alejando G. Inarritu (The Revenant)
- Attore protagonista: Leonardo DiCaprio (The Revenant)
- Attrice protagonista: Brie Larson (Room)
- Attore non protagonista: Mark Rylance (Ponte delle spie)
- Attrice non protagonista: Kate Winslet (Steve Jobs)
- Star emergente: John Boyega
- Film di animazione: Inside Out
- Sceneggiatura originale: Il caso Spotlight
- Sceneggiatura non originale: The Big Short
- Film non in inglese: Storie pazzesche (Argentina/Spagna)
- Colonna sonora: Ennio Morricone (The Hateful Eight)
- Fotografia: Emmanuel Lubezki (The Revenant)
- Montaggio: Mad Max: Fury Road
- Scenografie: Mad Max: Fury Road
- Costumi: Mad Max: Fury Road
- Suono: The Revenant
- Effetti speciali: Star Wars: Il risveglio della Forza
- Trucco: Mad Max: Fury Road
- Cortometraggio: Operator
- Animazione breve: Edmond
- Documentario: Amy

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.