Luxgallery > Arte e cultura > Musei > Australopiteco Lucy, il doodle

Australopiteco Lucy, il doodle

Google celebra il 41esimo anniversario del suo ritrovamento

lucy-cleveland

Google festeggia oggi, con un doodle a tema, il 41esimo anniversario del ritrovamento dei fossili dell’Australopiteco Lucy.

La scoperta risale al 24 novembre 1974 quando i paleontologi Yves Coppens, Donald Johanson, Maurice Taïeb e Tom Gray rinvennero ad Hadar, nel Triangolo di Afar in Etiopia, i resti di un esemplare femmina di Australopithecus afarensis dell’età apparente di 25 anni, vissuta circa 3,2 milioni di anni fa.

La scelta del nome è ricaduta su Lucy in onore della canzone dei Beatles “Lucy in the Sky with Diamonds”, scritta da John Lennon nel 1967 e ritornata in auge proprio nel 1974 grazie alla versione reinterpretata da Elton John.

Scheletro di Lucy

Oggi i resti dello scheletro di Lucy sono conservati nel Museo di Storia Naturale di Cleveland e fornisce ancora ottimi spunti nello studio del passaggio dei primati alla postura eretta e a un cervello più sviluppato. Dal 2013 il museo conserva anche due ricostruzioni inedite e realistiche del celebre antenato dell’uomo realizzate dall’artista americano John Gurche.

Australopiteco Lucy, il doodle