Luxgallery > Arte e cultura > Aste > Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba 2015

Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba 2015

Raccolti per beneficenza 287.500€

elenoir-casalengo-enzo-iacchetti-Asta-Mondiale-del-Tartufo-Bianco-d’Alba-2015

E’ andata in scena ieri, domenica 8 novembre, al Castello di Grinzane Cavour, e contemporaneamente ad Hong Kong e su una nave da crociera attraccata nella baia di New York, l’Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba 2015.

Hong Kong si conferma essere il luogo di culto per gli appassionati del Tartufo bianco d’Alba perchè, ancora una volta, il lotto più pregiato è finito proprio nella città cinese.

Si tratta di uno splendido esemplare di tartufo bianco di 900 grammi battuto all’asta per 100 mila euro.

Oltre a questa eccezione pronta a volare ad Hong Kong, l‘Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba 2015 ha riservato grandi sorprese.

Prima fra tutte la sfida serrata tra lo chef cinese Zhenxiang Dong e Giovanni Rana. Il primo si è aggiudicato un pezzo unico da 520 grammi spendendo 33 mila€, il re dei tortellini invece un lotto da tre gemelli per 620 grammi complessivi spendendo 12 mila euro.
L’imprenditore e parlamentare campano Angelo D’Agostino si è portato a casa due tuberi di complessivi 600 grammi per 11mila euro mentre volerà a New York un tartufo di 360 grammi e uno da 480 rispettivamente venduti per 7.500 e per 10mila euro. Infine, la Royal Caribbean, che ha sede a Miami, si è aggiudicata un tartufo da 360 grammi che sarà servito nel corso di cene esclusive organizzate a bordo.

Battitori d’eccezione di questa edizione dell’Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba sono stati Enzo Iacchetti, Elenoire Casalegno e Davide Paolini.

Allo chef catalano Joan Roca, tra i protagonisti dell’“Alba Truffle Show” alla Fiera del Tartufo Bianco di Alba, è andato poi il titolo di Ambasciatore del Tartufo bianco d’Alba nel mondo.

“Anche quest’anno – ha affermato l’imprenditore Tomaso Zanoletti, presidente dell’Enoteca regionale piemontese Cavour, organizzatore dell’asta mondiale insieme alla Regione Piemonte abbiamo riproposto il binomio tartufo-solidarietà”.

Non manca anche quest’anno il risvolto charity. Il ricavato dell‘Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba 2015, e precisamente 287.500€ ottenuti della vendita all’incanto di due chili e mezzo del prezioso tubero, 7 lotti, sarà devoluto a iniziative benefiche a favore di adulti e bimbi disagiati in Italia e a Hong Kong promosse da Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra e Mother’s Choice.

Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba 2015