Luxgallery > People & Brand > Business > Aria pulita, un lusso da 100 euro a bottiglia

Aria pulita, un lusso da 100 euro a bottiglia

Un business ecologico

leo-de-watts

Se l’acqua è l’oro blu, l’aria non è che sia un bene meno prezioso.

Così la pensa anche un giovane inglese con un buon fiuto per gli affari che ha trovato il modo di fare soldi in modo “pulito”, nel vero senso della parola.

Il 27enne Leo De Watts si è da poco lanciato in un business green che monetizza l’atmosfera incontaminata della campagna britannica proveniente da Dorset, Somerset, Galles, Wiltshire e Yorkshire, definita da lui stesso “la Louis Vuitton o la Gucci” delle brezze del mondo.

Aethaer (in greco aria pura), l’impresa del lungimirante imprenditore, vende agli abitanti di Pechino e Shanghai barattoli che contengono 580 ml di aria pura a un prezzo di 80 sterline (più di 100 euro). In occasione del Capodanno Cinese 2016, iniziato proprio ieri, l’azienda ha lanciato un set di 15 vasi da regalo in vendita alla modica cifra di 888 sterline, più di 1000 euro.

Aethaer

Probabilmente anche Leo De Watts sta facendo scorte di bottiglie d’aria pulita vivendo in un’altra metropoli cinese non proprio immune dall’inquinamento: Hong Kong. La qualità dell’aria di quello che è uno dei porti più trafficati del mondo, dal 2007 è andata sempre peggiorando; nel 2010 era definita “così inquinata da non dover essere respirata per più di 41 giorni all’anno”, in base agli standard dell’OMS.

Al bando mascherine antismog e blocchi del traffico, l’aria pulita si stappa a tavola.

Inquinamento a Pechino