3 dicembre 2014

Anna Freud, il doodle

Google celebra la figlia di Sigmund Freud grande studiosa di psicoanalisi infantile e dei meccanismi di difesa dell'Io

Anna Freud e il padre Sigmund Freud

Google dedica il doodle di oggi a Anna Freud.
Sesta e ultima figlia di Sigmind Freud e della moglie Martha, Anna Freud nacque a Vienna il 3 dicembre del 1985.

Oggi ricorre dunque il suo 119esimo compleanno, e Google ha scelto di celebrarla con un doodle dedicato alla psicologia infantile, di cui la Freud fu una grande studiosa.

Psicanalista austriaca naturalizzata britannica, Anna Freud lavorò principalmente a Londra e divenne conosciuta soprattutto per i suoi studi sulla psicoanalisi infantile e le analisi sui sistemi di difesa dell’Io.

Sulle orme del famoso padre, Sigmind Freud, Anna Freud concentrò il suo lavoro sulle cause del ritardo dello sviluppo mentale e fisico dei bambini in caso di una mancata relazione stabile con la loro madre.
Caposcuola della scuola psicoanalitica detta di “Psicologia dell’Io”, gli studi di Anna Freud ebbero molta fortuna soprattutto negli Stati Uniti.

A movimentare la vita di Anna Freud gli scontri teorici con la collega austriaca Melanie Klein. A differenza di Klein, Anna Freud non riteneva potessero svolgersi trattamenti psicoanalitici di bambini e bambine in età troppo precoce, a causa della loro presunta non analizzabilità per via della supposta mancanza di un transfert.

Il doodle di Google si trasforma dunque oggi in un disegno colorato che ricorda le attività di studio e di ricerca di Anna Freud, con forme e colori che si organizzano nella mente.

Tra le citazioni più famose di Anna Freud si ricorda “Le menti creative riescono a sopravvivere anche ai peggiori sistemi educativi”.

Anna Freud morì a Londra nel 1982 all’età di 86 anni.

Anna Freud il doodle di google

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.