Luxgallery > People & Brand > Business > Agnese Renzi e Bebe Vio: dopo la cena con gli Obama insulti vergognosi

Agnese Renzi e Bebe Vio: dopo la cena con gli Obama insulti vergognosi

Agnese Renzi e Bebe Vio criticate aspramente sui social: insulti sessisti e perfidi

bebe

E’ proprio vero che le persone non ti perdonano il successo, soprattutto se ti rende felice. Dopo la cena ufficiale a casa Obama il web è insorto contro Agnese Landini, moglie del Premier, e l’atleta paralimpica Bebe Vio. Una pioggia di improperi sotto ogni aspetto. Per ciò che concerne le battute di infimo gusto sul livello estetico delle due donne si sono raggiunti picchi di inaudita bassezza, paragonando la first lady a un transessuale e mettendosi a disquisire circa l’aspetto di una medaglia d’oro colpita da meningite in tenera età che ha subito l’amputazione di tutti gli arti. Ma Bebe si è fatta coraggio e ha chiesto un selfie a Barack Obama, l’uomo più potente del mondo, che in quel clima conviviale e divertito ha accettato di buon grado. Questo è bastato per giudicarla indegna agli occhi di tantissimi italiani.

Per la Landini non ci si è limitati all’insulto vuoto bensì si  andata a colpire la qualità del suo lavoro e la sua professionalità. La first lady ha ottenuto quest’anno, dopo anni di precariato, una cattedra fissa in qualità di insegnante e in molti hanno gridato allo scandalo perché la donna ha usufruito delle ferie pagate e regolarmente disposte dal contratto nazionale al fine di onorare l’invito degli Obama.

Una professoressa in pensione, si è sentita in dovere di bacchettare pubblicamente la Landini con una lettera che è piaciuta a molti italiani: “Tu, Agnese, sei una docente come gli altri e, missioni all’estero o no di tuo marito, dovresti andare a scuola perché hai un lavoro da svolgere e per questo sei pagata. Lascia perdere queste mondanità, credimi tutta bardata e lookata come una Kate Middlenton qualsiasi non hai credibilità e non sei un buon esempio per i tuoi alunni.