17 febbraio 2015

50 Sfumature di grigio, cercasi regista per 50 Sfumature di nero

Sam Taylor-Johnson avrebbe rinunciato al progetto

50 Sfumature di grigio il red carpet a Londra

50 Sfumature di grigio sta battento tutti i record: il film, in soli cinque giorni dal debutto, ha già incassato 235 milioni di euro in tutto il mondo, raccogliendone solo in Italia quasi 10.

Le fan più accanite di Christian Grey e Anastasia Steele chiedono a gran voce l’uscita al cinema del secondo capitolo della trilogia, 50 Sfumature di nero.

Prima di fare un planning su inizio riprese e data di lancio, l’Universal deve però risolvere il primo grattacapo.

Secondo i media inglesi capitanati dal Sun, Sam Taylor-Johnson non avrebbe intenzione di dirigere anche l’adattamento cinematografico di Fifty Shades Darker.

La testata britannica ha riferito che la regista sarebbe pronta a lasciare il progetto a causa delle continue discussioni sul set con l’autrice dei romanzi, E.L. James.

Una fonte vicina all’ambiente ha spifferato al quotidiano: “Sam non tornerà per i sequel di Cinquanta Sfumature. Vuole mollare e l’Universal sa che è la decisione giusta. Il suo rapporto con Erika è diventato assolutamente tossico – si odiano e si accusano a vicenda per i problemi del film”.
Dalla casa di produzione, non confermano e non smentiscono, limitandosi a far sapere che “non è ancora stato annunciato nulla riguardo ai sequel”.

Sam Taylor-Johnson e Jamie Dornan sul set di 50sfumature di grigio

La regista, che ha instaurato uno stretto rapporto con i due protagonisti, Jamie Dornan e Dakota Johnson, si è scontrata più volte sul set con E.L James, che nel 2011 per 5 milioni di dollari ha ceduto alla Universal i diritti dei suoi tre libri, in cambio però del controllo creativo del film.

Uno dei motivi dei dissapori riguardava le scene di sesso che la scrittrice avrebbe voluto più esplicite e più fedeli ai suoi romanzi, che hanno incantato più di 100 milioni di lettori in tutto il mondo, mentre Taylor-Johnson avrebbe spinto per un approccio più leggero.

Un’altra fonte ha riportato cheE.L James avrebbe addirittura minacciato di chiedere ai suoi milioni di fan di boicottare il film, se non avessero ascoltato le sue idee sulla pellicola.

© PBB S.r.l. 2009 - P.I. 04790700969 - Codice Fiscale/P.IVA/Reg. Impr. CCIAA Milano: 04790700969 - Cap. Soc. €20.000,00 i.v. - REA CCIAA MI 1773162
Sede Legale: Via Brunetti 7 - 20156 Milano - Sede Operativa: via Brunetti, 7 - 20156 Milano
Tutti i diritti sono riservati. luxgallery.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.
Luxgallery è una testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano al n° 886 del 22 novembre 2005.