Luxgallery > Arte e cultura > 5 posti nel mondo in cui è impossibile fare fotografie

5 posti nel mondo in cui è impossibile fare fotografie

Fare fotografie durante i viaggi è un'abitudine ormai consolidata. Tra reflex, macchinette compatte e cellulari di ultima generazione è impossibile, infatti, non lasciarsi trasportare e immortalare splendide immagini, scatti che una volta rientrati a casa diventeranno meravigliosi ricordi da conservare e custodire gelosamente.

Nell’era dei social, tra storie su instagram da caricare e scatti su Facebook da postare, è evidente che fare foto sia il miglior souvenir. Una tentazione a cui non è facile resistere, anche se non si è fotografi di professione. Tuttavia, esistono dei luoghi in cui scattare foto è assolutamente vietato. Ogni paese ha le sue regole: per esempio sapevate che ad Hong Kong è severamente vietato scattare o foto e girare video all’interno di luoghi di pubblico intrattenimento come teatri e cinema? E che negli Stati Uniti non si possono fotografare le facciate delle case private senza il permesso del legittimo proprietario? E pensate un po’, che in Korea vige proprio il divieto assoluto? Beh, per evitare che vi venga chiesto di cancellare una foto o che addirittura vi venga perquisita la macchinetta vi vogliamo segnalare cinque posti dove fare fotografie non è possibile. 

Partiamo proprio dall’Italia. Vi è mai capitato di andare a Roma? Se avete in mente una visita alla Cappella Sistina tenete a mente che per tutto il tempo sarete accompagnati dalle continue ammonizioni delle guardie di vigilanza: «No Video, No Photo!». Fotografie e riprese video non sono ammesse, infatti, nella Cappella Sistina e per diversi motivi: innanzitutto perché è un luogo sacro, pertanto i flash potrebbero rovinare significativamente gli affreschi; in secondo luogo perché lo sponsor del restauro di venti anni fa, la Japan’s Nippon Television Network Corporation, ha vinto l’esclusiva per le foto. Dunque guardate con attenzione, ammirate le bellezze realizzate da Michelangelo, ma tenete il cellulare spento! Un altro luogo sacro in cui è vietato assolutamente fare foto è l’interno del Taj Mahal, in India. Dentro, infatti, vi è una tomba e sarebbe sconveniente. Fortunatamente potrete comprare cartoline e gadget che non vi faranno pesare questa saggia decisone.

Un altro posto in cui non potete fare fotografie è la celeberrima Valle dei Re, nel cuore dell’Egitto. Chiunque entri dentro questi famosi monumenti viene perquisito. Chi avanzi di nascosto con una macchina fotografica o venga sorpreso a scattare delle foto rischia una multa di circa 115 dollari. Una bella cifra, in più vi verrà chiesto di cancellare lo scatto. Un altro posto impregnato di storia è la biblioteca dell’abbazia di Saint Gall, Svizzera. Un posto splendido per gli amanti della filologia e letteratura. Fondata nel 719 è una delle biblioteche più antiche del mondo con volumi risalenti a prima dell’anno 1000. Beh è vietato portare la macchietta fotografica e riprodurre digitalmente i manoscritti. In più è consentito l’ingresso solo a chi  indossa scarpe morbide. Questo per evitare che venga danneggiato il pavimento. Chiudiamo con Londra. Nella capitale inglese in diversi luoghi non è permesso fare fotografie. Ad esempio nella famosa Torre. All’interno vi sono, infatti, i gioielli della Corona. Guai a scattare fotografie: questi preziosi, simbolo della monarchia inglese, sono protetti da vetro a prova di proiettile, 100 telecamere e decine e decine di guardie devote.